Home

CECINA-SALINE. Una bella notizia che evidenzia come la nostra battaglia non è persa ed anzi possa avere speranza e concretezza.

Dettagli

Cecina-Saline, riprende il servizio sulla 'Ferrovia locale' di Cassola
 


FIRENZE - La ferrovia Cecina-Saline-Volterra ha compiuto 150 anni. Inaugurata nel 1863, è stata vitale per lo sviluppo economico, sociale e culturale della Valdicecina. Utilizzata ed amata da Carlo Cassola, che l'ha celebrata fino a renderla protagonista del libro 'Ferrovia locale' (1968), è stata al centro dello sviluppo delle saline a Volterra, della geotermia a Larderello, del settore minerario a Montecatini Val di Cecina.

Dopo oltre due anni di interruzione del servizio, i treni tornano a correre sui binari della vecchia ferrovia. Il viaggio inaugurale sarà fatto il 14 dicembre, con un treno storico sul quale viaggeranno il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, insieme ai rappresentanti dei Comuni di Cecina, Guardistallo, Montecatini Val di Cecina, Riparbella e Volterra.

La stampa è invitata a partecipare. I giornalisti interessati a seguire l'evento potranno registrarsi scrivendo un'email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure telefonando allo 055-4384714.

Un giorno di disservizi incredibili in Sicilia

Dettagli

Un martedì nero per i pendolari della Messina-Catania-Siracusa Di solito quando qualcosa non va per il verso giusto diventa una giornata nera, avevamo denunciato sette mesi fa un venerdì nero di Trenitalia, oggi 3 dicembre 2013 tocca ad un altro giorno della settimana “il martedì nero” di Trenitalia per i pendolari della Messina-Catania-Siracusa. 

Questo il bilancio di oggi: in tre ore e 45 minuti di servizio di trasporto ferroviario tra Messina, Catania e Siracusa due treni soppressi (Km. 86) e 478 minuti di ritardo pari a 8 ore circa. Non vogliamo fare nessun commento ma riteniamo che sia il momento propizio per invitare a segnalare sul nostro sito www.comitatopendolari.it alla voce segnalazioni e poi su reclami i disagi/disservizi subiti che verranno trasmessi al Dipartimento Infrastrutture e Mobilità della Regione Siciliana e ad un’Associazione dei Consumatori, per iniziare una Class-Action nei confronti di Trenitalia almeno per recuperare una parte dei danni subiti e per il rispetto dei diritti dei pendolari.

Significativi i dati dei ritardi e dei disservizi di questa mattina: 

treno 3866 da Siracusa delle ore 5.13 è arrivato a Messina con 64 minuti treno 3865 da Messina delle ore 5.25 è arrivato a Siracusa con 86 minuti treno 12868 da Catania delle ore 5.46 è arrivato a Messina con 70 minuti treno 12865 da Messina delle ore 5.50 è arrivato a Catania con 49 minuti

treno 8576 da Catania delle ore 5.56 per Fiumefreddo è stato Soppresso         

treno 8580 da Siracusa delle ore 6.05 è arrivato a Taormina con 25 minuti treno 3868 da Siracusa delle ore 6.30 è arrivato a Messina con 10 minuti treno 12870 da Catania delle ore 6.36 è arrivato a Messina con 52 minuti

treno 8577 da Fiumefreddo delle ore 6.44 per Bicocca è stato Soppresso         

treno 12867 da Messina delle ore 6.45 per Catania con 8 minuti treno 8579 da Taormina delle ore 7.12 è arrivato a Catania con 48 minuti treno IC 722 da Siracusa delle ore 7.33 è arrivato a Messina con 34 minuti treno 12869 da Messina delle ore 8.00 è arrivato a Catania con 3 minuti treno 8581 da Taormina delle ore 8.32 è arrivato a Catania con 13 minuti treno 3870 da Siracusa delle ore 8.45 è arrivato a Messina con 16 minuti

CONCORSO ITALIA NOSTRA SIRACUSA sulle FERROVIE

Dettagli

ITALIA NOSTRA        

SEZIONE DI SIRACUSA

3336456499 – 3394293933

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

   

Anno scolastico 2013/14

In treno col taccuino di viaggio

Concorso per le classi IV e V della Scuola Primaria e per la Secondaria di I e II Grado

La Sezione di Siracusa di Italia Nostra, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Siracusa, indice il concorso:

                                                          In treno col taccuino di viaggio

 il cui obiettivo è promuovere l’uso del treno come forma di mobilità alternativa e sostenibile  e come metafora narrativa in grado di ispirare e raccontare storie.

Gli studenti, con la dovuta gradualità, potranno approfondire l’importanza del treno quale mezzo di trasporto per le persone e le merci, strumento di superamento dell’isolamento di vaste aree del territorio nazionale, osservatorio privilegiato per la lettura del paesaggio, fonte di ispirazione per artisti, scrittori e registi cinematografici, modalità di viaggio favorevole alla socializzazione.

Le scuole partecipanti, organizzeranno nel corso del corrente anno scolastico almeno uno spostamento di gruppo (classi, corsi, ecc) in treno approfondendo:

  • storia e significato socio-economico della Ferrovia nello Stato Unitario
  • evoluzione tecnologica del TRENO
  • valore paesaggistico ed ambientale dell’infrastruttura ferroviaria
  • una nave per il treno: il ferry-boat
  • altro che i Docenti vorranno proporre

 

ITINERARI DI MASSIMA PER ORDINI DI SCUOLA

Scuola Primaria (biennio terminale):

Viaggi su brevi tratte con guida all’osservazione e alla socializzazione

Gli alunni potranno produrre: disegni, foto, poesie.

Scuola Secondaria di I grado:

Viaggi con destinazione prevalentemente regionale, preceduti da una fase preparatoria sulla specifica tratta scelta per lo spostamento, sulla storia del treno e sulla sua evoluzione tecnologica.

Si potranno ricercare, nel campo dell’espressione artistica, letteraria, cinematografica opere aventi per tema il Treno, la Stazione, la Ferrovia.

Gli studenti, guidati all’osservazione ed alla registrazione degli aspetti più notevoli del paesaggio (campagna, costa, aree industriali, centri abitati) e delle opere lungo la linea ferrata,  produrranno una personale elaborazione di quanto osservato.

Gli studenti potranno produrre: disegni, foto, poesie, racconto breve (max 2 cartelle), pagine di diario, storie di emigrazione, storie di guerra, lavori multimediali.

 

 

 

Scuola Secondaria di II grado:

 

Gli Istituti potranno programmare viaggi più lunghi. Poiché l’ordine di scuola permette approfondimenti più specifici, gli studenti potranno prendere in considerazione, oltre all’aspetto paesaggistico, letterario ed artistico, anche eventuali approfondimenti riguardanti le opere architettoniche (le stazioni) ed ingegneristiche (gallerie, ponti e viadotti ferroviari) della Rete.

Gli studenti potranno produrre: foto, lavori multimediali, ricerche ed approfondimenti coerenti con la tematica proposta.

Per quanto riguarda l’aspetto prettamente ambientale, si curerà di mettere nella dovuta evidenza il basso impatto ambientale del trasporto di persone e merci per Ferrovia.

Per quanto riguarda l’aspetto storico si potrà  ripercorrere  la movimentazione di truppe ed armamenti durante i due grandi conflitti che hanno segnato il Novecento per cui furono costruite molte nuove tratte ad hoc.

Per l’aspetto socio-economico l’attenzione potrà essere rivolta all’emigrazione, in treno, dei contadini meridionali che si recavano a lavorare nelle industrie del Nord nel secondo dopoguerra.

Gli Istituti che intendono partecipare al concorso comunicheranno l’adesione al seguente l’indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  entro il 20/12/2013.

Le scuole partecipanti organizzeranno almeno uno spostamento di gruppo in treno.

A ciascun partecipante verranno forniti  un taccuino  ed una penna- ricordo.

Gli elaborati, corredati dei nominativi degli studenti e del Docente coordinatore, nonché del timbro della Scuola, dovranno essere spediti per raccomandata, entro il 12 aprile 2014, al seguente indirizzo:

    ITALIA NOSTRA  c/o Gissara, Corso Timoleonte  103 – 96100   SIRACUSA

I lavori saranno valutati da una Giuria composta da rappresentanti di Italia Nostra e dell’USP di SR.

 I tre migliori elaborati, uno per ogni ordine di scuola, riceveranno in premio targhe-ricordo.

A tutti i partecipanti verrà consegnato l’Attestato di partecipazione.

Gli elaborati non saranno restituiti e potranno essere utilizzati da Italia Nostra per propri eventi senza scopo di lucro, con la citazione degli autori.

In ordine alla data ed alla  Sede della premiazione verrà fornita tempestiva comunicazione a tutte le Scuole interessate.

                                              

                                                                                  ITALIA NOSTRA -   SEZIONE DI SIRACUSA

Vertenza Ferrovie SICILIA - Incontro 5 Novembre 2013

Dettagli

Le nostre richieste (CIUFER e Comitato    Pendolari Siciliani) nell’incontro con il Dipartimento Infrastrutture e Mobilità - Regione Siciliana.

Nell’incontro di domani, con il Dirigente Generale, Giovanni Arnone, del Dipartimento Infrastrutture, Mobilità e Trasporti, porteremo le seguenti richieste:

 

CONTRATTO DI SERVIZIO:

Il Contratto di Servizio, che la Regione Siciliana non ha ancora sottoscritto, deve essere e diventare uno strumento importante e valido per porre, finalmente, le basi per un trasporto ferroviario efficiente ed efficace;

che dovrà tenere conto della mobilità sostenibile e delle esigenze degli utenti e dell'intera comunità.

 

INFRASTRUTTURE FERROVIARIE E RAMI SECCHI:

Chiediamo di conoscere le sorti delle tratte ferroviarie:

- Catania-Palermo, perché la Regione Siciliana non ha portato avanti il progetto per velocizzare il tracciato esistente al fine di ridurre i tempi di percorrenza  sotto le 2 ore e 40 in un anno e mezzo di lavori con i 30 milioni di euro già finanziati dal 2010?

Caltagirone-Gela chiusa da oltre due anni per il crollo del ponte in territorio di Niscemi; la Regione cosa può dirci?

Alcamo-Trapani via Milo chiusa da febbraio di quest’anno per i continui smottamenti; anche su questa relazione nessuna presa di posizione della Regione.

Stazione di Comiso; lo smantellamentodell’infrastruttura ferroviaria incombe, anche qui il silenzio della Regione.

 

COINCIDENZE SULLA RELAZIONE SIRACUSA-MESSINA-PALERMO

Ad oggi non sono state create le coincidenze ai treni che arrivano da Siracusa a Messina con i treni regionali in partenza da Messina per Palermo.

 

INTEGRAZIONE URGENTE SULLA RELAZIONE SIRACUSA-CATANIA-MESSINA

In considerazione del fatto che l’ultimo treno da Siracusa parte alle ore 17.16, si rende necessario chiedere l’istituzione di una corsa treno alle ore 18.10 da collegare al treno 12884 che parte da Catania alle 19.40 o in alternativa istituire l’aggiunta di una vettura come servizio regionale ai due ICN 1956 e 1960.

 

PROPOSTA URGENTE SULLA RELAZIONE MESSINA-CATANIA-SIRACUSA

L’opportunità di trasformare tutte le soste “tecniche” in “fermate” nella stazione di Alcantara, importante crocevia ferroviario. Tale richiesta scaturisce in considerazione del fatto che quasi tutti i treni sostano (dai 5 ai 10 minuti) per fare incroci e/o precedenze in questa stazione, dove non è possibile far salire o scendere la clientela. Con la trasformazione richiesta si darà l’opportunità a tutta l’utenza del comprensorio: Calatabiano, Giardini-Naxos, Trappitello, Gaggi, Graniti, Castiglione Sic. e Francavilla Sic. di poter utilizzare il servizio ferroviario nella stazione di Alcantara vista la distanza dalla stazione di Taormina-Giardini e la scarsa opportunità di poter lasciare il proprio mezzo, specie in estate.

 

IL RIPRISTINO DEI TEMPI DI PERCORRENZA SEMPRE PIU’ ALLUNGATI

Abbiamo assistito sino ad oggi alla modernizzazione di alcuni tratti delle ferrovie in Sicilia, ma i tempi di percorrenza si continuano ad allungare, addirittura in alcune tratte sono gli stessi tempi di percorrenza di vent'anni fa.

 

PROPOSTE/VARIAZIONI SULLA RELAZIONE SIRACUSA-CATANIA-MESSINA

 

PROPOSTE/VARIAZIONI RELAZIONE MESSINA-CATANIA-SIRACUSA

 

RIPRISTINARE I TRENI DEL MARE CATANIA-LETOIANNI

TRENI MARE NOSTRUM E TAORMINA EXPRESS - Servizio sospeso per l’anno 2013.

 Riteniamo opportuno che le Istituzioni, in collaborazione con i molti utenti del trasporto ferroviario, con le associazioni di categoria e i sindacati, incomincino a programmare un servizio più vicino all’utenza, ed in modo particolare all’utenza pendolare che giornalmente è costretta a fare enormi sacrifici per raggiungere il proprio luogo di lavoro, studio o altro.

Alla luce di quanto esposto, chiederemo al Dirigente Generale Dott. Giovanni Arnone,  di conoscere quali sono le iniziative e cosa vuole fare la Regione Siciliana in materia di trasporto pubblico ferroviario nell’immediato.

NO ALLO SMANTELLAMENTO DELLA STAZIONE DI CROTONE

Dettagli

Reggio Calabria, 4 Novembre 2013

 

Le notizie che giungono da Crotone ci rattristano ancora una volta. L’idea si smantellare parte dell’armamento ferroviario in adiacenza alla stazione si configura come un ulteriore attacco al patrimonio delle ferrovie calabresi, all’identità della città, al futuro del sistema economico e sociale del Crotonese e delle future generazioni. Colpisce il silenzio delle Istituzioni e dei partiti. Noi non ci stiamo. Faremo sentire la nostra voce e ci attiveremo per nuove consistenti mobilitazioni popolari.

E’ ora di rottamare un ceto politico disonorato che è avvitato su interessi personali e carrierismo, di dar vita ad una classe dirigente degna di questo nome, capace di ridare dignità alle Ferrovie ed ai ferrovieri, di mandare a casa i funzionari, di nomina politica, che gestiscono le ferrovie come si trattasse di ferrovecchio. A Crotone, come in tutto il resto della Calabria, le Ferrovie devono tornare ad essere funzionali su standard europei, in tutte le loro componenti, materiali e di servizio. Noi continueremo a batterci per questo…e siamo sempre più numerosi. Non abbassiamo la guardia.

 

   
© ALLROUNDER