Home

PRESIDIO x SICUREZZA IN FERROVIA FIRENZE

Dettagli

Fabrizio Fabbri, 34 anni, manovratore di Trenitalia, muore travolto dal treno che stava trasferendo, da solo, nella stazione di Firenze SMN la sera del 12 gennaio. Fabrizio è morto perché ha tentato in ogni modo di fermare il treno e impedirgli di nuocere.

In pochi giorni, oltre all'infortunio mortale di Fabrizio, l'incidente ad Andora, e il mancato disastro per il crollo del costone, nel quale sono rimasti feriti i due macchinisti; nello stesso giorno, il 16 gennaio, un operaio di Rfi di 40 anni è gravissimo per essere rimasto schiacciato fra un locomotore e la galleria a Ceriale, nei pressi di Genova.

Solo in Toscana, dall' 8 gennaio, 4 persone investite dai treni, come il pendolare a Vicchio del Mugello, dove manca anche il sottopasso, o a Cascina, dove una studentessa, una ragazzina di 15 anni, viene decapitata dal treno in transito. 3 morti e un ferito che lotta fra la vita e la morte. Mentre le risorse vengono dirottate sull'AV, le stazioni sono ridotte senza più personale, abbandonate, senza controlli che proteggano i lavoratori e i ragazzi anche da loro stessi, così come è il concetto vero di sicurezza in una società che non si debba definire barbara.

LUNEDI' 3 FEBBRAIO
ORE 11,00-15,00

STAZIONE di FIRENZE SMN
LATO PIAZZA ADUA

PRESIDIO
"PER LA SICUREZZA IN FERROVIA"

Ferrovieri per la sicurezza Assemblea 29 giugno Comitato contro
il sottoattraversamento AV di Firenze

fotocop. in prop. 29 gennaio 2014

Domande dei pendolari della linea ferroviaria Roma-Nettuno alle quali nessuno risponde assumendosi le responsabilità in capo.

Dettagli

1)    Perché Trenitalia preferisce da anni subire atti vandalici sui treni lasciati nottetempo incustoditi e aperti al deposito di Nettuno (e tutti gli altri depositi italiani che non siano Roma Termini, Roma Tiburtina e tutti i depositi dell’AV) piuttosto che prevenirli?

2)    Perché Trenitalia preferisce mettere a bilancio le ENORMI spese delle riparazioni dei treni vandalizzati, piuttosto che una voce fissa per la vigilanza ad un costo 10 volte inferiore?

3)    Perché gli atti vandalici si espletano solo sulle linee e sui treni regionali e mai sull’AV?

4)    Perché tutti i finanziamenti al Trasporto pubblico regionale spariscono sempre in un nulla di fatto e il bilancio di FS è sempre in attivo?

5)    Perché questo servizio strategico regionale, ancorché pubblico, sta in tutta Italia da anni subendo un progressivo smantellamento ad opera di una gestione privatistica, senza che né le regioni deputate a risponderne, né lo Stato mettano becco fissando regole e veti intervengano per attuare quanto previsto dal regolamento europeo 1370/2007?

6)    Perché il governo italiano da anni va stipulando accordi, impegni, protocolli internazionali sulla riduzione delle emissioni, salvo poi disattenderli spendendo e spandendo solo in strade, bretelle e autostrade, linee ad alta velocità, lasciando distruggere il patrimonio comune della rete ferroviaria regionale più capillare d’Europa, permettendo la chiusura di linee e stazioni, l’eliminazione di binari e scambi, la riduzione delle corse, impedendo il raddoppio dei binari unici, a fronte di una domanda sempre più consapevole e in crescita?

7)    Perché le regioni pagano per un servizio ferroviario e lasciano sostituire le corse dei treni con bus inquinanti?

8)    Perché gli italiani sono chiamati solo a pagare le sanzioni europee (oltre al danno la beffa!) e non hanno diritto ad usufruire dei servizi basilari sanciti dalla Costituzione e dai regolamenti europei?

9)    Perché l’AD del gruppo FS Moretti pubblicamente afferma che “l’infrastruttura può fare più traffico” se le regioni comprano nuovi treni, mentre a noi pendolari, nella farsa dei tavoli di concertazione regionale, Trenitalia, parte dello stesso gruppo, dice che non può aumentare la frequenza dei treni perché tutti gli “slot” di Termini sono pieni e vara i nuovi orari riducendo le nostre corse giornaliere?

10)  Perché in certe fasce orarie da Roma Termini partono in mezz’ora 3 Frecciarossa per Milano e nemmeno un treno regionale?

11)  E perché per l’AV a Roma Termini sono stati riservati 11 binari (appositamente restaurati e rialzati, mentre i pendolari per salire a bordo devono fare i conti con barriere architettoniche insormontabili per anziani, bambini e disabili, arrampicandosi su scalini a 50 cm dalla banchina o scapicollandosi lungo i binari a 800 metri dall’ingresso) su 28 disponibili (cioè il 40%) limitando così la disponibilità alle corse regionali, quando il rapporto tra la popolazione dei pendolari e quella dei VIP è di 10 ad 1 e quando avevano creato Tiburtina e una linea TAV dedicata all’AV?

VANDALISMO??

Dettagli

VANDALISMO??

Di Rosalba Rizzuto

 Trenitalia manipolato l'informazione, dichiarando nel comunicato emanato agli organi di stampa che "Trenitalia, che ha sporto denuncia contro ignoti, fa presente che, benché ci sia la sorveglianza della polizia ferroviaria e del personale, un appello va al senso civico dei viaggiatori".

 Da queste affermazioni sembrerebbero emergere tre reati:

1 - dichiarazioni mendaci: mentite artatamente sulla sorveglianza in stazione, sapendo di aver sempre rifiutato, in tutti i tavoli regionali in cui l'ho richiesto per 4 anni e in un fuori diretta RAI non più tardi di 6 giorni fa alla stazione di Anzio, di investire nella prevenzione degli atti vandalici mettendo lucchetti, presidi, vigilanza e telecamere a Nettuno. Il dirigente RFI intervenuto mi ha guardato con commiserazione affermando che se dovessero disporre questi presidi in ogni deposito d'Italia la spesa sarebbe improponibile. Al che gli ho persino ribattuto che questo era frutto dei tagli di spese e personale e che comunque dovevano farlo almeno in quelle stazioni in cui i vandalismi si verificano frequentemente, come Nettuno, ma lui mi ha fatto un sorrisetto elusivo e si è defilato.

2 - diffamazione dei pendolari, reputandoli responsabili direttamente o indirettamente degli atti vandalici e richiamandoli ad un comportamento civile; un'illazione veramente offensiva, non possiamo accettarla!

3 - falso in bilancio: riteniamo che i 14.000 € siano un preventivo di spesa gonfiato: richiediamo la rendicontazione economica delle spese sostenute per le pulizie delle 3 carrozze, per la sostituzione dei 10 finestrini, per la ricarica degli estintori e per la manutenzione delle 4 carrozze (tutte operazioni in-house), corredandole con le foto dei danni.

 E comunque ribadiamo che, relativamente ai disservizi ricaduti sulle nostre spalle da 3 giorni a questa parte (soppressioni di 5 corse, comprese quelle notturne, 31 corse in ritardo, chiusura di 4 carrozze su 8), dalla recente sentenza della Corte di giustizia Europea n° C-509/11 del 26/09/2013, il servizio pubblico deve essere garantito anche in caso di calamità naturale, figuriamoci per atti vandalici derivanti dall'incuria di FS!

 Chiediamo pertanto una ritrattazione di quanto comunicato alla stampa e le pubbliche scuse. Siamo stanchi di essere considerati dei vandali e degli evasori, facendo ricadere su di noi responsabilità in capo a  mancanze  vostre e di una regione che non sa tutelare i propri cittadini.

Come dicevo sulla banchina di Anzio giovedì scorso, quello che richiedono i pendolari è maggiore rispetto per loro nell'erogazione di questo servizio pubblico, che passa in primis per la lealtà del confronto.

TARIFFE. UN PO' DI CHIAREZZA

Dettagli

REPORT.  IL BIGLIETTO INFLESSIBILE

di Giorgio Mottola

 

 CLAUDIA DI PASQUALE

Tutto si gioca sull’Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri in genere non vengono agevolati con troppe restrizioni sul biglietto rispetto ad altri paesi europei. Cosa succede quando perdi un treno o lo prendi all’ultimo, ce lo racconta Giorgio Mottola.

GIORGIO MOTTOLA

Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

CONTROLLORE 1

Deve farne un altro, purtroppo non si può fare niente: i biglietti sono legati al treno.

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

Per tutti i treni Intercity, Espresso, Eurostar e Alta Velocità, Trenitalia ha introdotto la prenotazione obbligatoria: ogni biglietto vale per un solo treno e per un solo orario.

ANDREA RICCI – PENDOLARE

C’è una guida di… si chiama guida per il viaggiatore che è una cosa di 40 pagine per spiegare come si devono fare i biglietti in Italia.

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

Per chi usa le macchinette, è possibile cambiare l’orario senza pagare gli 8 euro di sovrapprezzo. Se invece devi passare da un Intercity a un’Alta Velocità?

CONTROLLORE 2

Allora: se sale su questo come differenza paga…sono circa 31 euro di differenza, più 8 euro.

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

Ma i biglietti per l’Alta Velocità, gli Eurostar e gli Intercity, durano soltanto un’ora e, se parti dopo, devi comprarne un altro a prezzo intero.

GIORGIO MOTTOLA

Però, qual è la logica? In Germania ad esempio, un biglietto vale tre giorni. Perché in Italia soltanto 60 minuti e non è possibile cambiarlo nemmeno in biglietteria poi?

MAURO MORETTI – AMMINISTRATORE DELEGATO GRUPPO FS

Quale biglietto vale 60 minuti, scusi?

GIORGIO MOTTOLA

Tutti i biglietti.

MAURO MORETTI – AMMINISTRATORE DELEGATO GRUPPO FS

Quale?

GIORGIO MOTTOLA

Intercity, Alta Velocità, Eurostar…

MAURO MORETTI – AMMINISTRATORE DELEGATO GRUPPO FS

Dopo la partenza del treno.

GIORGIO MOTTOLA

Sì, certo.

MAURO MORETTI – AMMINISTRATORE DELEGATO GRUPPO FS

Ma questa cosa è una regola perché da noi abbiam dei prezzi più bassi e quindi facendo dei prezzi più bassi, dobbiamo fare delle regole più strette.

GIORGIO MOTTOLA

Quindi il fatto che i biglietti costino di meno, vi autorizza a fare qualsiasi cosa rispetto al biglietto..

MAURO MORETTI – AMMINISTRATORE DELEGATO GRUPPO FS

Noi abbiamo una nostra politica di prezzi, abbiamo una nostra politica rispetto alla clientela e questa politica in questi anni ci ha pagato.

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

La Roma-Orvieto, è usata da migliaia di pendolari.

VALERIA CIOCCOLO - PENDOLARE

Se io accedo con un abbonamento Intercity ad un treno regionale, mi fanno pagare il biglietto come se non lo avessi, più la multa. Quindi sono proprio priva di biglietto.

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

Eppure la carta servizi di Trenitalia consente a chi ha un biglietto Intercity di poter salire su un regionale senza pagare sovrapprezzo. Se invece hai un abbonato, puoi spostarti liberamente solo su gli Intercity, che però in alcune tratte passano quando va bene, ogni tre ore. Oppure…

VALERIA CIOCCOLO - PENDOLARE

Posso comprare un abbonamento regionale, più una carta “Tuttotreno”, si chiama, quindi che mi da accesso anche all’Intercity, di ulteriori 400 Euro all’anno.

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

La carta “Tutto treno” è in vigore in sette regioni italiane e siccome in parte la pagano le amministrazioni, ogni regione contribuisce con una quota diversa.

VALERIA CIOCCOLO - PENDOLARE

La carta “Tutto treno” dell’Umbria, costa il doppio rispetto a quella della Toscana. Però, diciamo che il costo era deciso a livello regionale e la nostra costa 400euro a fronte di 250 della Toscana.

MARCO PONTI – ECONOMIA APPLICATA POLITECNICO MILANO

Sono pagate dalle regioni, ma il gestore è sempre Trenitalia, quindi il gestore è sempre lo stesso. Chiaramente fa delle politiche sgradevoli per i passeggeri, però non avendo concorrenti su quel tipo di servizio può fare quel che gli pare e il passeggero

può solo scegliere se prendere il treno o non prenderlo.

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

Oppure ricorrere ai vecchi metodi.

ROSALBA RIZZUTO – PENDOLARE

I nostri treni sono doppio piano e se tu passi singolarmente, chi deve evadere, non pagare, fa il giro di sopra e quindi bypassa il controllo.

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

Sulla tratta Roma - Nettuno da regolamento erano previsti un capotreno e due controllori, di cui però a bordo non c'è più traccia da anni.

GIORGIO MOTTOLA

Ma è vero che qui il controllore non passa mai?

PASSEGGERO TRENO REGIONALE ROMA – NETTUNO

No si vede che non gli servono più i soldi.

PASSEGGERO TRENO REGIONALE ROMA – NETTUNO

Si sono rimessi a posto.

MARCO PONTI – ECONOMIA APPLICATA POLITECNICO MILANO

Non è che Trenitalia sia così attenta alla evasione dei biglietti. Probabilmente fa i suoi conti, quanto perde di introiti rispetto al costo del personale in più che è molto molto alto nel caso di Trenitalia.

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

Ma se c'è il controllore, non c’è giustificazione che tenga: paghi 50 euro di multa se saldi subito, 200 se te la fai inviare a casa. All’estremo Nord la situazione è un’altra.

Davanti alla stazione di Bolzano incontriamo Gianguido Piani, che per lavoro prende molto spesso il treno per la Germania.

GIANGUIDO PIANI – INGEGNERE ESPERTO DI TARIFFE FERROVIARIE

Stamattina andiamo a Monaco...

GIORGIO MOTTOLA

E il biglietto lo abbiamo fatto?

GIANGUIDO PIANI – INGEGNERE ESPERTO DI TARIFFE FERROVIARIE

Non c’è bisogno: possiam farlo in treno!

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

Sull'Eurocity per Monaco puoi fare il biglietto sul treno senza pagare multe o sovrapprezzi.

GIANGUIDO PIANI – INGEGNERE ESPERTO DI TARIFFE FERROVIARIE

È molto più flessibile: paghi per quel biglietto, però se si verificano situazioni – ritarda il taxi che ti sta portando in stazione, sei in una riunione di lavoro che si allunga e dalla quale non puoi materialmente allontanarti – lì puoi mettere in moto tutto il meccanismo per cambiare la prenotazione. Sai che comunque puoi arrivare in stazione, salire sul primo treno che ti porta nella direzione per cui hai pagato e per questo non vieni penalizzato e normalmente trovi il posto.

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

Sui treni tedeschi la prenotazione è facoltativa e costa 4 euro.

GIANGUIDO PIANI – INGEGNERE ESPERTO DI TARIFFE FERROVIARIE

Dove i posti son riservati come qui in questo caso, lo vedi dal display. Quindi qui il posto del finestrino è riservato tra Stoccarda e Mannheim e quello di corridoio tra Monaco e Mannheim. Questo significa che se devi andare fino a Stoccarda puoi sederti qui e non c’è nessun problema. Ove il display è spento, puoi sederti perchè vuol dire che il posto non è riservato.

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

Un biglietto per l'alta velocità vale per tre giorni e qualsiasi cambio è gratuito, ma non è sempre stato così. Nel 2001 le Ferrovie tedesche avevano adottato il modello italiano.

GIANGUIDO PIANI – INGEGNERE ESPERTO DI TARIFFE FERROVIARIE

Quindi occorreva prenotare prima, eccetera. Tutti i prezzi erano modulati in modo tale da spingerti a vincolarti il più presto possibile al posto. Quello che è successo è che nel giro di pochi mesi han perso il 10% dei passeggeri. Ci son state proteste enormi politiche, lettere ai giornali, unioni di consumatori; c’è stata una risposta estrema proprio perché il sistema di base non è concepito per funzionare in questo modo. E a quel punto lì le ferrovie salvarono la faccia licenziando la persona alla quale diedero la colpa anche se non era sua di aver introdotto questo sistema.

GIORGIO MOTTOLA FUORI CAMPO

Così la Germania ha scelto la via del biglietto flessibile.

GIANGUIDO PIANI – INGEGNERE ESPERTO DI TARIFFE FERROVIARIE

Se ti capita una volta all’anno di fare un viaggio, lo paghi in pieno, lo paghi molto caro. Se invece sei un viaggiatore regolare ti propongono degli strumenti, le carte di sconto, per cui sai che comunque sulla tariffa piena hai uno sconto o del 25 o del 50%.

GIORGIO MOTTOLA

Ci sono troppi furbi sui treni italiani, e Trenitalia invece di aumentare i controllori ha deciso di aumentare le difficoltà per cambiare il biglietto.

 

 

 

Nota di redazione CIUFER:

 

Moretti, quando fa riferimento ai prezzi di altri paesi, cita prezzi di mercato legati al profitto e quindi è facile per lui dire che è svantaggiato. Prende a riferimento solo il parametro che gli conviene e non parla ad esempio delle esenzioni come quella della Germania dove, ad esempio, gli studenti viaggiano gratis.

 Il nostro obiettivo è quello di un trasporto pubblico sociale e sicuro, che grazie al fatto che trasporta grandi masse di persone, sia anche conveniente. E' possibile realizzarlo e non si deve parlare di profitto. Nell'Inghilterra che lui cita, i vagoni sono di proprietà di banche che li noleggiano alle imprese ferroviarie, col risultato che queste ultime, per risparmiare, mettono meno carrozze in composizione ai treni e la gente sta come le sardine pur pagando prezzi esagerati. A guadagnarci sono dunque le banche e le imprese ferroviarie, non il pubblico e ciò è contrario a quanto prescrive quel regolamento europeo che ormai ti è ben noto, il 1370/2007.

LE NOSTRE BATTAGLIE NEL LAZIO….NOTIZIE SUL WEB

Dettagli

LE NOSTRE BATTAGLIE NEL LAZIO….NOTIZIE SUL WEB

http://espresso.repubblica.it/inchieste/2014/01/09/news/perche-essere-pendolari-e-un-incubo-1.148290.

SKYTV24, speciale linee ferroviarie dell'08/01/2014 su skytg24 delle 16-17 anticipo e alle 21 circa reportage sulla linea FR8. http://video.sky.it/news/cronaca/trasporti_romanettuno_tra_le_peggiori_linee_ferroviarie/v184374.vid

RAI3 Buongiorno Italia del 9/01/2014 ore 7:20: http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html#v=312691&vd=2014-01-09&vc=3 al minuto 23 e http://www.h24notizie.com/news/2014/01/09/disagi-dei-pendolari-della-ferrovia-roma-nettuno-su-rai3/

- RAI3 Buongiorno Regione - Lazio del 9/01/2014 ore 7:20, non ho link

- La7 servizio sulle peggiori tratte italiane, del 14/01/2014 sul treno reg. 12188 da Nettuno a Roma, nella stazione termini, sotto la sede di FS/MIT. Andrà in onda il 21/01/2014 tra le 21:00 e le 24:00.

 Inoltre, tra i meno recenti:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-12-09/le-10-linee-ferroviarie-peggiori-i-pendolari-nettuno-roma--120410.shtml?uuid=AB0v2ti 

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-12-09/dalla-circumvesuviana-roma-nettuno-linee-ferroviarie-peggiori-i-pendolari-121435.shtml?uuid=ABtmSui;

- http://www.affaritaliani.it/roma/roma-nettuno-viaggio-da-schifo-pendolari-condannati-all-incubo-10122013.html

- http://www.latina24ore.it/latina/78286/treni-le-critiche-dei-pendolari-ai-nuovi-orari

- http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-0849a13b-2ed6-48c4-aa35-be4688711f60.html

- http://www.iltempo.it/roma-capitale/cronaca/2013/11/21/soppressi-due-treni-sulla-linea-per-roma-pendolari-infuriati-1.1191310?localLinksEnabled=false

   
© ALLROUNDER