CRONACA MOBILITAZIONE 16 FEBBRAIO 2013

Dettagli

 CHI: CIUFER (Comitato Italiano Utenti delle Ferrovie Regionali) è un’associazione spontanea, composta da decine di Comitati di Pendolari del treno e molti cittadini che hanno a cuore il trasporto ferroviario regionale in tutta Italia. Vogliamo organizzare le forze ed attivare forme di lotta e di rivendicazione efficaci, secondo strategie chiare e azioni innovative, chiamando a raccolta i movimenti diffusi sul territorio per dar loro una stessa voce, molto forte. Vogliamo dire ai ministri, agli assessori regionali, ai dirigenti delle Ferrovie, ai Moretti di turno che ci siamo stancati dei loro giochi sulla pelle della comunità. Vogliamo far capire che siamo determinati e abbiamo numeri, competenze e capacità per essere incisivi. Lo facciamo con delle proposte, in modo costruttivo, con alcune iniziative di mobilitazione a scala nazionale.

COSA: non bloccheremo i treni, al contrario invitiamo tutti a viaggiare su un treno regionale in giornata anche per un breve tragitto, in modo da riempire tutti i treni e le stazioni. Dibattiti, letture di poesie e brani di letteratura, distribuzione di volantini, discussioni sui temi della Vertenza avranno luogo in tutte le stazioni. Laddove i treni sono stati cancellati si farà una marcia a piedi simbolica lungo la ferrovia in adiacenza alle stazioni. Chiederemo ai politici candidati di firmare la nostra vertenza…e vigileremo sui loro comportamenti in sede di governo.

QUANDO: Sabato 16 febbraio 2013, non a caso una settimana prima della data delle elezioni politiche

DOVE: presenzieremo tutte le stazioni d’Italia con i sindaci, le associazioni e i singoli cittadini

PERCHÉ: da tempo in Italia si è scelto di privilegiare le linee ad Alta Velocità (il cui costo unitario è risultato molto più elevato rispetto a quello di linee analoghe in altre nazioni europee). Nell’ultimo decennio il rapporto tra gli investimenti per servizi ordinari e regionali e quelli per l’AV è stato di 4 a 100. Mentre il rapporto fra utenza (pendolari) sulla breve percorrenza e utenti del TAV risulta del tutto inverso: 2,9 milioni spostamenti locali giornalieri contro 300 mila spostamenti sulla lunga distanza. Uno squilibrio fra domanda e offerta incredibile e insopportabile che va invertito SUBITO! Gli investimenti sul trasporto PUBBLICO ferroviario regionale devono essere proporzionali all’utenza del servizio come prescrivono la legge italiana e le direttive europee!

Inoltre il TAV: favorisce le relazioni fra le metropoli d’Italia, spesso marginalizzando il resto del territorio; è fruibile solo dalle popolazioni del Nord Italia (si ferma infatti in Campania, con soluzione di continuità a Sud); ha tariffe costose (accessibili solo a redditi medio-alti) quindi discriminanti; non si integra con le reti regionali; non raggiunge le aree periferiche, collinari e montane. Invece il servizio ferroviario regionale ha subito: manutenzioni ritardate o non eseguite, fino a rendere le linee impraticabili o spezzate in tronconi di scarsa utilità; eliminazione dei binari di precedenza e d’incrocio, specie nelle stazioni di testa (c. d. Rete snella); tagli di migliaia di km di linee (solo nell’ultimo anno sono state falcidiate decine di linee regionali in tutta la penisola); cancellazione di migliaia di corse; cancellazione dei treni a lunga percorrenza fra Nord e Sud del paese e treni notte; autoservizi sostitutivi, spesso di qualità modesta, in parallelo; l’imposizione di coincidenze estremamente scomode; invecchiamento del materiale rotabile, senza rinnovo o potenziamento adeguato; peggioramento continuo dei servizi in termini di offerta e qualità (pulizia, servizi agli utenti, sicurezza); orari mal concepiti, non coordinati, spesso modificati senza preavviso, sempre più frequenti soppressioni di corse; aumento dello stress lavoro-correlato per i capitreno e conseguente peggioramento delle condizioni di sicurezza a bordo.

 

 

CON CHI: hanno aderito anche Legambiente e Italia Nostra. Altre associazioni e movimenti stanno ufficializzando la loro adesione. Chiediamo a tutti di aderire e di segnalare la loro presenza, in qualità di associazioni o semplici cittadini, e di divulgare l’evento attraverso social network, giornali on line, giornali ordinari, radio e TV locali.

ORA BASTA!

RIPRENDIAMOCI I TRENI E LE STAZIONI! SERVIZI PUBBLICI DIGNITOSI AI CITTADINI!

 

15 febbraio alle ore 19.09
Fast Abruzzo
http://www.gazzettabenevento.it/Sito2009/dettagliocomunicato.php?Id=54975
(ARTICOLO SU GAZZETTA BENEVENTO: Sabato 16 febbraio in centinaia di stazioni italiane si svolgerà la manifestazione "Riprendiamoci il treno e le stazioni")
15 febbraio alle ore 20.10
Pina Cimino
http://www.ilquotidianoweb.it/news/cosenza/710993/C-e-un-guasto--treno.html
(ARTICOLO SU IL QUOTIDIANO WEB: C'è un guasto, treno fermo per 2 ore  nella galleria tra Paola e Cosenza)
15 febbraio alle ore 20.29
Domenico Schipilliti
Domani saremo presenti nella Stazione ferroviaria di Vibo Marina (VV), ma prossimamente ci sposteremo anche nella stazione di Trainiti!
http://blog.libero.it/mareavibomarina/11922418.html
(ARTICOLO SU ASSOCIAZIONE MAREA: Valorizziamo la Ferrovia e salviamo la Riviera vibonese)
16 febbraio alle ore 8.56
Domenico Gattuso
Anche la Siclia è presente!! E' ora di andare....Ritroviamoci in stazione!
http://www.ferroviesiciliane.it/2013/02/16/riprendiamo-il-treno-e-le-stazioni/
(ARTICOLO SU FERROVIE SICILIANE: Riprendiamo il Treno e le Stazioni)

 

 

RIPRENDIAMO IL TRENO E LE STAZIONI
16 FEBBRAIO 2013

 

GIORNATA NAZIONALE DI MOBILITAZIONE
PER LE FERROVIE REGIONALI BENE COMUNE

 ALBA Roma aderisce a partecipa alle iniziative di mobilitazione, occupazione simbolica, protesta e rappresentazione del disagio della cittadinanza che animeranno le stazioni delle ferrovie regionali della nostra città e regione in occasione della
giornata nazionale proclamata dal CIUFER per il prossimo 16 febbraio.

Lo stato di abbandono e degrado in cui versano le ferrovie regionali è il risultato perverso di un piano ferroviario in cui  il benessere degli utenti, la corrispondenza tra bisogni e servizi, il potenziamento di una mobilità a risparmio energetico, sono sacrificati ad esclusivo vantaggio dei piani per l’alta velocità, il trasporto costoso e di lusso, il collegamento tra le metropoli degli affari, gli interessi delle multinazionali ferroviarie e delle costruzioni.

La logica delle grandi opere oltre a violentare i territori in cui esse vengono realizzate, lascia completamente prive di mezzi  le piccole comunità, così come grandi spazi dell’hinterland, condannando migliaia di pendolari, che si spostano per lavoro, studio, cure mediche e assistenziali, a vivere una quotidianità fatta di degrado dei treni e delle stazioni, mancanza di posti a sedere,  disservizi, ritardi cronici, sporcizia, mancanza di manutenzione ordinaria e straordinaria, orari precari e mai affidabili.

Vite in bilico ogni giorno tra necessità di spostarsi e negazione dei diritti di civiltà , dignità e sicurezza, che un sistema di trasporto pubblico  moderno ed efficiente dovrebbe garantire.

L’enorme flusso di auto che fin dalle prime ore del mattino  e poi  nella serata attanaglia Roma, con un danno ecologico e per la salute dei cittadini incalcolabile, si potrebbe dimezzare e razionalizzare se il vasto territorio dell’area metropolitana e interprovinciale della regione fosse innervato da una rete efficiente affidabile di trasporti ferroviari.

La riorganizzazione, e rilancio della mobilità su rotaie  di area metropolitana, regionale e interregionale, deve essere obiettivo prioritario e irrinunciabile per le nuove giunte che vorranno governare la Regione e Roma.

Il buon governo deve poter garantire il buon vivere, condizioni di sicurezza , agio ed economicità nel trasporto, con azioni promozionali per  scolaresche, lavoratori, giovani e anziani,  accoglienza per i disabili, interconnessione col  turismo ciclistico e di prossimità, valorizzazione turistica dei borghi dell’entroterra e montani, così come della campagna.

Per questo IL 16 FEBBRAIO saremo nelle stazioni  ad animare insieme a centinaia di donne e uomini, pendolari e non, la protesta e la richiesta per un sistema ferroviario regionale, bene comune e risorsa irrinunciabile di convivenza civile.

Siamo tutti coinvolti!

 

 

 

 

 

 

A Telemia a parlare di Ferrovie e di Vertenza...con Grazia Pellegrino

 

 

 

15 febbraio alle ore 13.10
Azzurra Crotonese
Terra e Popolo ha condiviso un link.
Tutto pronto per una nuova giornata di lotta per la dignità del nostro territorio e di festa.
APPUNTAMENTO ALLE 9:00 DI DOMANI, 16 FEBBRAIO, STAZIONE DI SIBARI.
Durante la mattinata non mancheranno i colpi di scena, ma di certo ci saranno ESIBIZIONI DI MUSICA TRADIZIONALE e ANIMAZIONE PER BAMBINI, per cui invitiamo tutti a questa importante giornata: famiglie, giovani, meno giovani.
CONCENTRAMENTI PER ARRIVARE A SIBARI:
Rende, Stazione di Castiglione Cosentino, ore 7:00.
Cariati, Stazione ferroviaria, ore 8:00.
Rossano, Stazione Ferroviaria, ore 8:40
Purtroppo lo stato drammatico delle nostre ferrovie consentirà a molti il ritorno solo nel primo pomeriggio. DA E VERSO NORD (TREBISACCE, ROSETO, METAPONTO ecc) ci sono solo AUTOBUS (Grazie trenitalia).
Treno per Rende: 12:45
Treno per Rossano / Cariati: 14:00
BUONA LOTTA.
http://terraepopolo.noblogs.org/?p=538
(ARTICOLO SU TERRA E POPOLO: Presa del Treno Perduto II – Ultime Indicazioni. Musica e giochi.)

 

Alba Mazzotta
Voglio ringraziare di cuore tutti coloro che hanno partecipato all'evento anche solo con la condivisione a mezzo fb. Un grazie particolare ai giovani delle associazioni e ai volontari dell'Urban Center per avere sin da subito compreso l'importanza della rivendicazione per la salvaguardia di un diritto che appartiene a tutti e primo fra tutti, al nostro amato territorio, vera e sola risorsa sulla quale costruire il futuro. Grazie infine ai consiglieri e agli assessori comunali che, assieme al Sindaco, hanno aderito, dando prova, ancora una volta, dell'onestà morale e intellettuale e dello spirito di abnegazione con cui esercitano la loro funzione.
Lucia Elena Cara
Alla manifestazione del CIOFER il BACO c'era in compagnia di qualche cittadino di Decollatura. Siamo rimasti colpiti ancora una volta dalla mancata partecipazione dei ns. concittadini e dei ns. rappresentanti politici locali e dal totem con la grande M di metropolitana con l'ultimo cartello pubblicitario risalente a luglio 2012. Per un attimo ci siamo illusi di essere in una grande città. In realtà siamo in un paesone che non ha nessun collegamento su strada ferrata e sta perdendo i pochi rimasti in essere. Con l'attuale linea e nonostante la vetustà dei mezzi da Catanzaro a Cosenza o viceversa è impresa possibile in 90 minuti con un panorama mozzafiato. Ma Scopelliti continua a tenere conservati i fondi relativi alle due metropolitane, il Pendolo di Catanzaro e la Cosenza-Arcavacata e non ha fatto nulla per rimodernare i mezzi e questa linea che dovrebbe funzionare almeno sino a mezzanotte e certo non dovrebbe chiudere la domenica. Da quelle parti è transitato Vincenzo Ciconte, non sappiamo se casualmente o soltanto per vedere chi ci fosse, e lo stesso si è ben guardato dall'avvicinarsi anzi lo abbiamo sentito blaterare cose che sconfessano la sua appartenenza a sinistra. — con Rosario Punturiero e Claudio Marasco

 

16 febbraio alle ore 21.58
Domenico Gattuso
http://www.ravennaedintorni.it/ravenna-notizie/36211/riprendiamo-il-treno-e-le-stazionila-protesta-civile-dei-pendolari.html
(ARTICOLO SU RAVENNA E DINTORNI: «Riprendiamo il treno e le stazioni» La protesta civile dei pendolari)
16 febbraio alle ore 22.01
Domenico Gattuso
Bravissima Simona!! 
http://www.ravennawebtv.it/w/riprendiamo-il-treno-e-le-stazioni/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=riprendiamo-il-treno-e-le-stazioni
(VIDEO: RAVENNA WEB TV: RIPRENDIAMO IL TRENO E LE STAZIONI)
16 febbraio alle ore 22.02
Domenico Gattuso
Da Roma...
http://www.paesesera.it/Cronaca/Riprendiamo-il-treno-e-le-stazioni-Ecco-lo-sciopero-al-contrario
(ARTICOLO SU PAESESERA: "Riprendiamo il treno e le stazioni" Ecco lo "sciopero al contrario")
16 febbraio alle ore 22.04
Domenico Gattuso
Da Siracusa...
http://taggatore.com/articolo/riprendiamo-il-treno-e-le-stazioni-tenutasi-sabato-16-febbraio-alla
(ARTICOLO SU IL TAGGATORE: RIPRENDIAMO IL TRENO E LE STAZIONI tenutasi sabato 16 febbraio alla stazione di Siracusa e in tutte le stazioni d’Italia)
16 febbraio alle ore 22.06
Domenico Gattuso
Da Sassari...
http://albasassari.wordpress.com/2013/02/15/sassari-16-febbraio-2012-riprendiamo-il-treno-e-le-stazioni/
(ARTICOLO SU ALBA SASSARI: SASSARI, 16 FEBBRAIO 2012. RIPRENDIAMO IL TRENO E LE STAZIONI)
Ragioni Di Moda
Ciao Domenico! Qua in Toscana abbiamo avuto addirittura l'esperienza di un set cinematografico nel parcheggio della stazione di Firenze Castello. Titolo del cortometraggio "L'ingorgo" by NoTav Firenze...
Lucrezia Praticò
da Rossano...
http://www.strill.it/index.php?option=com_content&view=article&id=156532%3Arossano-cs-movimento-terra-e-popolo-presidiata-per-4-ore-la-stazione-di-sibari&catid=42%3Acosenza&Itemid=88
(ARTICOLO SU STRILL: Rossano (CS), Movimento Terra e Popolo: ''Presidiata per 4 ore la stazione di Sibari'')
16 febbraio alle ore 23.35
Nicoletta Palladino
http://www.youtube.com/watch?v=LEN1YUTUs4o&feature=share
(VIDEO: 16-02 -13 stazione ff ss di Bovaino - un invito a viaggiare)
16 febbraio alle ore 18.49
Lucrezia Praticò
Il servizio del TG Calabria Edizione delle 14.00 dal m. 3.52...
http://www.tgr.rai.it/dl/tgr/regioni/PublishingBlock-4d5926ab-7b6a-4b0c-89c0-4262abdb1612.html?idVideo=ContentItem-ff815ef2-4c3c-42be-8dc4-a2687748477d
(VIDEO: TG CALABRIA EDIZIONE DELLE 14.00)
16 febbraio alle ore 20.15
Lucrezia Praticò
Il comunicato stampa sull'iniziativa di oggi.
http://www.zoomsud.it/flash-news/47739-ferrovie-regionali-gattuso-riprendere-il-treno-giusto.html
(ARTICOLO SU ZOOMSUD: Ferrovie Regionali, Gattuso, riprendere il treno giusto)
17 febbraio alle ore 19.45
Gianna Raineri
Protesta
http://www.youtube.com/watch?v=QtKnzoG5pIE&feature=youtu.be
(VIDEO: Riprendiamo il Treno e le Stazioni - MOBILITIAMOCI 4)
17 febbraio alle ore 19.56
Roberto Galati
http://www.ferrovieincalabria.com/2013/02/16-febbraio-2013-riprendiamoci-il-treno.html
(ARTICOLO SU FERROVIE IN CALABRIA: 16 FEBBRAIO 2013 RIPRENDIAMOCI IL TRENO E LE STAZIONI: UN PICCOLO MA GRANDE EVENTO STORICO!
17 febbraio alle ore 22.23
Domenico Gattuso
Siracusa....
http://www.zeronove.tv/index.php?option=com_content&view=article&id=6699%3Ariprendiamo-il-treno-ieri-mattina-la-manifestazione-nazionale-contro-i-tagli-alle-ferrovie&catid=356%3Alavoro&Itemid=707
(ARTICOLO SU ZERONOVE TV: Riprendiamo il treno, ieri mattina la manifestazione nazionale contro i tagli alle ferrovie)
17 febbraio alle ore 22.26
Domenico Gattuso
Firenze...
http://spaziliberati.wordpress.com/2013/02/15/ci-riprendiamo-treni-e-stazioni-i-cittadini-hanno-bisogno-di-servizi-pubblici-dignitosi/
(ARTICOLO SU SPAZI LIBERATI: Ci riprendiamo treni e stazioni. I cittadini hanno bisogno di servizi pubblici dignitosi)
17 febbraio alle ore 22.28
Domenico Gattuso
Che crisi!!!! 2 ore e mezza fermi in galleria sotto l'Appennino calabro!!
http://www.gazzettadelsud.it/news//34862/Vergogna-sul-treno---dei.html
(ARTICOLO SU GAZZETTA DEL SUD: Vergogna sul treno dei pendolari, 4 ore per arrivare a Cosenza)
16 febbraio alle ore 21.36
Domenico Gattuso
Un grazie di cuore a tutti voi!! Ed in particolare a tutti quelli che oggi sono stati con noi nelle stazioni d'Italia. Oggi è stata una giornata bellissima. Vi invito a postare anche su questo sito foto, immagini, filmati, copie di articoli...impressioni, opinioni. Siamo partiti e non ci fermeremo. La rete cresce e contiamo di mantenerla in vita finchè non avremo raggiunto risultati tangibili. Un abbraccio da Reggio Calabria !!
   
© ALLROUNDER