Autore: ciufer_basilicata

Il rispetto prima di tutto

Non meriterebbe nemmeno una riga di commento il modo con il quale un assessore eletto per rappresentare e tutelare gli interessi della comunità locale, ci ha tacciati di fare polemica, nascondendo e tacendo fino all’ultimo una decisione importante come la rinegoziazione del contratto di servizio, senza nemmeno rispondere alle e mail che gli avevamo inviato. Pensare che una modifica così importante per il trasporto su ferro venga svolta in questo modo, alla chetichella senza il minimo contraddittorio e con tutte le difficoltà che sta attraversando il servizio fs, da’ l’idea del mancato rispetto verso il nostro operato, nonchè verso gli ignari utenti che si ritroveranno le modifiche a giochi già fatti. Peccato perchè da parte nostra non è mai mancata la volontà di dialogo, la correttezza nonchè il confronto per migliorare il servizio e l’offerta. E’ evidente che la scelta di comunicare con queste modalità denota solo il timore di subire polemiche sulla stampa o strumentalizzazioni, che noi non abbiamo mai fomentato ne’ inteso fare. Una gran brutta caduta di stile sia per l’Assessore Merra che per l’ufficio trasporti. Non intendiamo farci prendere ancora in giro e non ci accontenteremo di atti simbolici o chiacchiere inutili, dopo cinque anni e mezzo il tempo è...

Read More

RIMBORSO ABBONAMENTI REGIONALI

Alla cortese attenzione degli organi ed enti competenti, con la presente richiediamo delucidazioni in merito ai rimborsi previsti dall’articolo 215 del Dpcm riguardanti i mesi di chiusura causa emergenza Covid-19 emanato a fine maggio. Ad oggi non sono state ancora emanate le disposizioni per rendere attivi i rimborsi, la situazione, a parer nostro, è abbastanza stucchevole, e in questi mesi ha creato disagi ai pendolari, a causa anche di informazioni errate date dalle biglietterie, quelle poche aperte, con conseguenti perdite di denaro causa mancato inutilizzo degli abbonamenti. Inizialmente i mesi previsti per il rimborso erano marzo, aprile e maggio, e le prime indicazioni prevedevano che tali rimborsi potevano essere erogati tramite voucher o prolungamento della validità degli abbonamenti stessi. Sul sito di Trenitalia è stato pubblicato un modulo che sembra indicato solo per gli abbonamenti sovraregionali, in biglietteria invece, tuttora non vengono fornite indicazioni in quanto mancano le disposizioni e in precedenza, a chi voleva restituire l’abbonamento per recuperare i mesi non ancora utilizzati, in alcuni casi, è stato detto che in caso di restituzione non si avrebbe più avuto diritto a richiedere il rimborso dei mesi Covid-19, questo in contraddizione con quanto riportato dall’articolo 215. È assolutamente necessario che venga fatta chiarezza e vengano date precise disposizioni per i rimborsi dovuti e previsti dal decreto. Tali disposizioni devono essere chiare sia per chi si recherà in biglietteria sia...

Read More

Iniziative di turismo ferroviario per valorizzare il territorio della Basilicata

Egregio Presidente Vito Bardi, Vogliamo porre alla Sua attenzione delle iniziative di turismo ferroviario per valorizzare il territorio della Basilicata. Da vari anni in molte regioni italiane vengono organizzati treni speciali per le persone che desiderano conoscere una località, gustare cibi naturali, respirare aria buona, trascorrere ore di relax. Nel 2019 nella sola Lombardia circa diecimila persone hanno fatto questo genere di viaggi, in tale regione si stima che ogni euro investito in queste iniziative ne produce 10 come crescita economica del territorio coinvolto. Queste iniziative trovano molto interesse dalla stampa, televisioni e vari programmi televisivi con decine di ore dedicate anche a livello nazionale. Nell’ambito ferroviario gli operatori sono Trenitalia, per i treni con materiale ordinario, e Fondazione FS del Gruppo Ferrovie dello Stato per valorizzare il materiale ferroviario costruito nel ‘900. Per valorizzare il territorio della Basilicata proponiamo due iniziative. • IL TRENO DI SAN GERARDO “Il treno di San Gerardo” da svolgere a fine maggio 2021 in occasione dei festeggiamenti a Potenza per la Sfilata dei Turchi. Il treno Etr252 denominato Arlecchino è stato costruito alla fine degli anni ’60, stesso periodo di costruzione del Ponte Musmeci e stesso design ricco di curve e linee morbide. Il treno parte da Napoli e Salerno fino a Potenza. Il treno viene portato a Potenza Centrale sotto il Ponte Musmeci, generando una ampia quantità di materiale fotografico e video...

Read More

PASSAGGI A LIVELLO

La tragica morte della donna trentaquattrenne travolta e uccisa da un treno al passaggio a livello di Maleo, nella Bassa Lodigina, riporta alla luce le tante problematiche dell’infrastruttura ferroviaria lucana, da sempre al centro di una serie di polemiche. I passaggi a livello causano ogni anno una scia di sangue nel nostro paese e, nonostante gli appelli per incrementare la sicurezza ed evitare tragedie, continuano a mietere vittime. Da anni chiediamo di sostituire tali infrastrutture, la cui pericolosità è sotto gli occhi di tutti, con sottopassaggi o sopraelevate, ma questioni di profitto rendono più conveniente lasciare in funzione tali sistemi di passaggio obsoleti e anacronistici. A fine 2020 si contano in Basilicata 116 passaggi a livello dislocati su tutta la rete ferroviaria Regionale, un numero eccessivo che contribuisce ad incrementare rallentamenti, ritardi e incidenti. Per tale motivo chiediamo oggi a Rfi, Fal e alle Istituzioni di eliminare tutti i passaggi a livello presenti sul territorio creando percorsi alternativi o sottopassaggi per pedoni e automobilisti, tenendo presente che se per la ricostruzione del ponte di Genova sono stati sufficienti due anni, per sostituire i passaggi a livello basteranno pochi mesi. Occorre avviare una programmazione seria e lungimirante che riguardi la soppressione di tutti i PL della Regione, secondo priorità individuate dai gestori delle linee ferroviarie. Con la nuova programmazione regionale dei fondi comunitari, saranno a disposizione le risorse per eliminare...

Read More

MAIL INVIATA ALLE FAL

Gentili responsabili, Il comitato dei Non pendolari di Basilicata vuole porre alla Vostra attenzione la problematica di illuminazione del sottopasso della stazione di Potenza Santa Maria. Da tempo il sottopasso di Potenza Santa Maria è oggetto di continui raid vandalici, in particolare nelle ore notturne. Per porre rimedio alla progressiva distruzione di un bene pubblico utilizzato tutto l’anno da pendolari e cittadini, chiediamo che venga predisposto un sistema di videosorveglianza. Delle telecamere piazzate in punti strategici non bloccano il ladro o il vandalo sia chiaro, diventano però un validissimo strumento di aiuto alle forze di polizia locali al fine di individuare il responsabile. Una misura di controllo e di salvaguardia del territorio che permette di individuare chi danneggia il patrimonio pubblico e affinché non resti impunito. Inoltre, ci sono giunte diverse segnalazioni circa la mancanza di adeguata illuminazione di una parte del sottopasso, dove soprattutto nelle orari serali, vi è un consistente pericolo di inciampo che potrebbe provocare incidenti nella discesa delle stesse. Tali incidenti sono stati sfiorati più volte e solo il caso ha voluto che non avessero conseguenze gravi. Tale segnalazione è stata fatta dal nostro comitato più volte da almeno un paio d’anni, e nonostante siano stati eseguiti lavori di intervento sia alla stazione che al sottopasso da parte di RFI, tale problematica continua a persistere per la porzione di sottopasso di competenza delle Fal. Vi chiediamo...

Read More